L’HOCKEY NELLA SUA FORMA PIÙ PURA

Modalità

Saranno circa 50 le squadre che si daranno battaglia per conquistare il 3° European Pond Hockey Championship.

Ogni squadra si compone di un massimo di 8 giocatori: si gioca in tre contro tre con piccole porte e senza portiere. È previsto un girone di eliminatorie, cui fa seguito una fase a eliminazione diretta. Le partite durano 1 x 15 minuti nelle eliminatorie e 2 x 10 minuti nei play-off. Il campo di gioco è di circa 12 x 30 metri.


Regolamento

IL COMITATO ORGANIZZATORE SI RISERVA DI MODIFICARE IL REGOLAMENTO QUALORA NECESSARIO. OGNI MODIFICA VERRÀ IMMEDIATAMENTE COMUNICATA AI TEAM PRIMA DELLE PARTITE PRELIMINARI.

Ogni partita viene arbitrata da un rappresentante del 1° European Pond Hockey Championship, che ha il compito di supervisionare il gioco (punteggio, tempi, fischio di inizio e penalità) e riportare il risultato dei match all’organizzazione del torneo.

BULLY E FISCHIO DI INIZIO
  • Il face-off (ingaggio) viene eseguito dall’arbitro solo all’inizio della partita.
  • Dopo un goal o una penalità, la squadra in difesa deve ritirarsi nella propria metà campo. Il team in attacco deve riportare rapidamente il puck sulla linea mediana per evitare rallentamenti. Il team in difesa può attaccare il puck o un giocatore della squadra avversaria solo se questi superano la linea di metà campo.
  • Non ci sono fuorigioco o la liberazione vietata.
  • I tiri in porta sono ammessi solo nella zona di attacco, oltre la linea di metà campo.
  • Il puck che esce dal campo viene rimesso in gioco dalla squadra che non lo ho toccato per ultima. Il team in difesa deve mantenere una distanza minima dal giocatore che rimette in gioco il puck dal punto in cui è uscito pari alla lunghezza del bastone. L’arbitro dispone di puck aggiuntivi per consentire il prosieguo della partita senza rallentamenti.
  • Sono permessi i cosidetti passaggi “Flip” -> vedasi spiegazione al capitolo penalità minori
PUNTEGGIO E PAREGGIO
  • Nel caso una squadra non si presenta per niente oppure non si presenta puntualmente al inizio della partita, la stessa viene valutata con il punteggio di 0:5 contro la squadra non comparsa.
  • Nella fase a gironi vengono assegnati i seguenti punteggi: 3 punti per la vittoria, 1 punto per team in caso di pareggio, 0 punti in caso di sconfitta.
  • Nella fase a gironi il pareggio è possibile. La fine dell’incontro è segnalata dal suono della sirena.
  • In caso di parità di punteggio nella fase a gironi, i fattori determinanti sono: l'incontro diretto, poi la differenza reti, poi il numero di gol segnati e finalmente l'estratto.
  • Nella fase ad eliminazione diretta in caso di pareggio si prosegue con un tempo supplementare da 3 minute, con eventuali “shoot out“dalla linea mediana sulla porta sguarnita in caso di ulteriore parità.
EQUIPAGGIAMENTO
  • Tutti i partecipanti sono tenuti a giocare con pattini da hockey (non sono ammessi pattini per pattinaggio di velocità, pattinaggio artistico o da portiere). È consigliabile, ma non necessario, indossare guanti da hockey, parastinchi e paragomiti. Attrezzature quali paraspalle e pantaloni da hockey o altre dotazioni da portiere non sono ammesse.
  • Le squadre devono disporre di magliette di colore chiaro e scuro. La squadra di appartenenza dei giocatori deve essere immediatamente e chiaramente identificabile.
SQUADRE
  • Le squadre devono essere composte da un minimo di tre giocatori a un massimo di sei (3 giocatori in campo, 3 riserve, cambio volante).
  • Se un team non dispone del numero necessario di giocatori, questo può, previo consenso della squadra avversaria, schierare un giocatore di una altro team. Se la squadra avversaria accetta detto cambio, la partita viene valutata regolarmente, in caso contrario il giocatori di un’altra squadra non possono essere schierati e la partita è persa per mancanza del numero minimo di giocatori.
  • Entrambe le squadre provvedono a liberare il ghiaccio da neve o schegge di ghiaccio. Le pale da neve sono a disposizione dei team presso ogni campo da gioco.
VIOLAZIONI DEL REGOLAMENTO
  • Nel caso di infrazioni viene assegnato un gol al team avversario, al quale va anche il puck la rimessa in gioco del puck -> vedasi rimessa in gioco.
  • L’arbitro può fischiare penalità minori o maggiori.
  • Penalità minori, che l’arbitro ritiene occorrano con eccessiva frequenza, possono essere convertite in penalità maggiori.
PENALITÀ MINORI
  • I contatti fisici sono proibiti. Non è ammesso alcun marcamento.
  • Infrazioni base quali sgambetti, ostruzione, colpo col bastone e aggancio col bastone sono soggette a penalità minori.
  • Per lo stickhandling valgono le stesse regole dell’hockey tradizionale.
  • Il bastone alto ovvero il contatto del puck con il bastone oltre l’altezza dei fianchi comporta una penalità minore.
  • Gli slapshot non sono ammessi. Se un giocatore colpisce il puck sollevando il bastone oltre l’altezza del ginocchio, viene applicata una penalità minore.
  • I tiri alti non sono ammessi, i bastoni devono restare sul ghiaccio. Se un tiro viene giudicato troppo violento, l’arbitro decreta una penalità minore.
  • Il sollevamento intenzionale del puck, fatta eccezione per il flip pass, non è consentito. Tuttavia, se pericoloso per giocatori e spettatori, il flip pass è soggetto a una penalità minore.
  • Nessun giocatore può sdraiarsi, fermarsi, scivolare davanti alla porta o bloccarla con i pattini, lanciare o porre il bastone davanti alla stessa per impedire il tiro. Tali infrazioni sono soggette a penalità minori.
PENALITÀ MAGGIORI
  • Ogni offesa e aggressione all’arbitro, tra cui imprecazioni eccessive o contese e discussioni in merito alle sue decisioni, è soggetta a una penalità maggiore.
  • Gravi violazioni che mettono a rischio la sicurezza di giocatori, volontari e spettatori comportano l’espulsione del giocatore interessato dal torneo.
  • In circostanze estreme o a seguito del coinvolgimento di più giocatori, può verificarsi l’esclusione di tutta la squadra dal torneo.
La partecipazione all’evento è a proprio rischio!
Raiffeisenkasse RittenGemeinde RittenSüdtirol.infoEishockey-News
La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regola l'utilizzo dei cookie, che vengono usati anche su questo sito! Acconsente continuando con la navigazione o facendo un clic su "OK". Ulteriori informazioni
OK